Creato in laboratorio il bio-cemento in grado di assorbire l’anidride carbonica

Alcuni ricercatori dell’Universidad Politecnica de Catalunya sita a Barcellona, sono stati in grado di ricreare in laboratorio una tipologia di cemento chiamata “bio-cemento”, in grado di assorbire l’anidride carbonica prodotta dalle nostre città.

Il bio-cemento sarebbe in grado di far nascere sulla sua superficie, muschi, licheni e addirittura microalghe, che attraverso il normale processo di fotosintesi messo in atto dagli stessi, porterebbe alla pulizia dell’aria grazie all’assorbimento di anidride carbonica.


 

La scoperta però ha il suo risvolto negativo, ma potrebbe presto essere risolto con i dovuti accorgimenti. Pare infatti, che il colore di questo composto chiamato bio-cemento, sia molto poco apprezzabile e data l’esposizione esterna, il suo aspetto risulterebbe alquanto fastidioso.

I ricercatori però sono già all’opera per ovviare a questo problema, studiando vari modi per colorare il bio-cemento e renderlo addirittura sensibile al cambiamento delle stagioni, di modo che possa cambiare colorazione al variare del clima.

Le tipologie attualmente studiate sono due: la prima è composta da una sostanza paragonabile al fosfato di magnesio, che non richiede particolari cure ed ha una forte connotazione rigenerativa, la secondo invece è basata su Portland carbonato, sarebbe più adatta ai climi come quello della zona Mediterranea dell’Europa. Entrambe le tipologie messe a punto, sono ottime sia dal punto di vista dell’isolamento termico, sia dal punto di vista dell’efficienza energetica.

03/03/2013

Fonte:

http://scienze.befan.it

Seguici su Facebook